• rosa rossa

    Alcune domande per il Pse

    Un distinto signore scrisse più di un secolo e mezzo fa una frase rimasta nella storia: “Uno spettro si aggira per l’Europa: quello del comunismo”. Lo stesso termine potrebbe essere usato, con accezione opposta, per descrivere la situazione attuale del socialismo europeo. Il processo di integrazione continentale non solo non sembra più ineluttabile ma rischia di entrare in una fase involutiva e di regressione che l’accordo sulla Grecia non sarà certo sufficiente a scongiurare. Questa regressione dipende da molti fattori, ma fra essi non può non esservi annoverata anche la totale assenza di quei “motori” politici che avrebbero dovuto creare le condizioni per far ripartire la macchina europea. Il percorso comune delle forze socialiste e […]

  • La consegna delle chiavi

    Monuments men

    La Grecia, secondo quanto stabilito con l’Eurogruppo, dovrà creare un fondo da 50 miliardi di euro, nel quale verranno trasferiti beni e attività da privatizzare, a garanzia del nuovo prestito. Ma prima ancora che l’accordo fosse siglato è tornata a circolare – come fosse attuale – una notizia del 2011 secondo la quale la Finlandia chiedeva, a garanzia dei prestiti concessi, beni pubblici greci tra i quali alcune isole e, addirittura, l’Acropoli di Atene con tutto il Partenone. Dopo il 2011, a dire il vero, non sembra che il paese scandinavo abbia reiterato la sua proposta. Tuttavia, poco più di un anno fa, la nostra Corte dei Conti avanzò un’ipotesi addirittura più sconcertante. La Corte, […]

  • Accomodatevi

    Tortura italiana

    La parola “tortura” deve risuonare come un termine esotico, che rimanda a democrazie incompiute e luoghi remoti dalla società italiana contemporanea: stanze di pietra tra le montagne del Pakistan; camere di sicurezza in un palazzo mediorientale; mefitiche caserme diroccate nel centro dell’Africa. Un concetto vago, la cui assenza dal nostro immaginario quotidiano consente di rivendicare la nostra superiorità – giuridica, sociale, culturale – esercitando una forma di osservazione etologica, un birdwatching delle violazioni dei diritti umani perpetrate tra i rami di qualche paese dal nome impronunciabile, come se non ci riguardasse. Deve essere così, perché altrimenti non si trova una spiegazione razionale alla mancanza di volontà politica di introdurre in Italia una norma che punisca […]

  • Tsipras

    L’exit strategy di Tsipras

    Il futuro della Grecia è di nuovo appeso all’esito di un referendum. Sembra improvvisamente di essere tornati indietro di quattro anni, a quel 31 ottobre 2011 quando l’allora premier socialista George Papandreou, con una mossa a sorpresa, annunciò che il piano di ristrutturazione del debito greco sarebbe stato sottoposto a un referendum popolare entro la fine dell’anno. Le analogie però finiscono qui. Quattro anni fa Papandreou annunciò un referendum che doveva servire a confermare l’accordo che aveva appena chiuso con la troika. “I sacrifici sono stati duri – disse il premier greco – ma aiuteranno a porre nuove fondamenta per il futuro. L’accordo raggiunto a Bruxelles è fondamentale per il paese, apre nuovi orizzonti […]

  • 1890

    Il Colosseo nel deserto

    Lo scorso fine settimana una coppia di amici scandinavi ha portato a Roma i due figli per far loro visitare la città eterna per la prima volta. È stato, ovviamente, un tour a tappe forzate e dopo piazza Navona, il Pantheon, San Pietro, sabato mattina sono andati anche al Colosseo. ”Bellissimo”, hanno detto i due adolescenti, ma hanno aggiunto che l’enorme affollamento di turisti li aveva messi molto a disagio. Quando ho mostrato alla coppia di amici le immagini del mausoleo di Cecilia Metella e della Villa dei Quintilii sono rimasti senza fiato e i due ragazzi hanno detto che, tutto sommato, sarebbe stato meglio passeggiare sull’Appia che farsi prendere a spintoni al Colosseo. Sono […]

Radio Left Wing
Cosa dicevamo il
5 dicembre 2005
cosa dicevamo

Il ritorno di McEnroe

A quarantasei anni, John McEnroe potrebbe tornare a giocare nel circuito professionistico, in doppio con Jonas Bjorkman. L’esordio della coppia è fissato per il prossimo 15 febbraio, al torneo di San José, in California. Di solito, per un vecchio campione, ritirarsi dal ritiro non è una buona idea. Se vi ricordate il ritorno di Borg nei primi anni novanta sapete di cosa parliamo, se non ve lo ricordate vi consigliamo vivamente di restare nell’ignoranza, conserverete un miglior ricordo del campione svedese. Certo il doppio è un’altra cosa, McEnroe è stato l’ultimo giocatore di primo piano ad avere successo sia in singolo che in doppio, e proprio in coppia con Michael Stich ha avuto il […]