Mediani

Si dice che la sinistra non parli ai giovani, che i giovani non si occupino di politica e che la politica non interessi più a nessuno. Si dice che ormai l’impegno politico sia roba per burocrati e per sfigati, che le brave persone si dedicano al volontariato e le persone intelligenti si dedicano a fare soldi. Si dice che il centrosinistra in particolare offra di sé un’immagine vecchia, noiosa e triste, che allontana le persone normali, quelle con un minimo di senso dell’umorismo e una ragionevole voglia di vivere. Noi non lo crediamo. E contestiamo fermamente l’idea che a vent’anni non si possa avere la fedina penale pulita, una tessera di partito e nessuna […]

Fine della fiera

La convenzione della lista unitaria che si è conclusa appena due giorni fa ha già dimostrato tutto quello che doveva dimostrare. La campagna elettorale del centrosinistra non poteva cominciare in modo migliore: la forza d’urto della nuova aggregazione si misura sin da ora nella reazione unanime di commentatori, alleati e avversari, cui non è più concesso distogliere lo sguardo dalla sostanza politica dell’evento. Relegate nei trafiletti che meritano le ultime polemiche interne alla coalizione, cessati i colpi di coda dell’antico regime che ingessava l’opposizione nelle sue contraddizioni, l’intera opinione pubblica è finalmente chiamata a confrontarsi con un fatto nuovo e d’importanza indiscutibile: al Palaeur di Roma è nato l’embrione della prima forza politica del […]

I vampiri del nuovo ordine mondiale

In questi tempi agitati, persino mentre seguivamo ammirati lo svolgersi della lotta tra vampiri e licantropi in Underworld, non abbiamo potuto fare a meno di pensare che lo sceneggiatore fosse uno dei tanti esagitati ammiratori delle tesi di Samuel Hungtinton. Perché il film sembra davvero una rappresentazione dello “scontro tra civiltà” evocato dallo studioso americano negli anni Novanta ed entrato, forse suo malgrado, nel lessico del fanatismo occidentalista post 11 settembre. I ricchi e raffinati vampiri vivono in un sontuoso castello e con armi all’avanguardia tentano di distruggere i lican, asserragliati in nascondigli sotterranei, pronti a seminare morte e terrore con la loro bestiale brutalità. E’ subito evidente che quella dei vampiri è una […]

Destrutturalisti

Il dibattito su violenza/nonviolenza appare assurdo. Messa così, con lo spiritualismo metafisico che dovrebbe coprire il ‘vero’ del mondo che attraversiamo tutti i giorni, è anche un imbroglio. Chi pone ai movimenti il nodo della ‘violenza’, non esclude invece la mediazione e l’accordo con chi la guerra, anzi le guerre, con bombardieri, missili, soldati e morti le ha fatte e le farà.” “Quella che Pisanu chiama la ‘violenza politica’, aiutato nel concetto anche da dibattiti come questo, in realtà sono le pratiche di illegalità diffusa, o ‘nuova legalità dal basso’, di disobbedienza e azione diretta, di boicottaggio, che sono parte fondamentale dello spirito costituente del movimento che contesta la legittimità dell’Impero, in ogni parte […]

Falsa partenza

Accingendoci a scrivere questo articolo, intorno alla mezzanotte di domenica, tenevamo davanti lo schema che nel corso della settimana era venuto formandosi nella nostra mente: da un lato la crisi del governo Berlusconi, aggravata dall’incertezza strategica in cui si sta lentamente consumando il suo leader; dall’altro la tenuta delle istituzioni (dal Quirinale alla Cassazione, dalla Consulta alla stessa Banca d’Italia). Sullo sfondo, la coincidenza tra le agitazioni dei medici e dei magistrati, all’insegna di una ritrovata unità delle rispettive categorie: tutte le correnti della magistratura e tutte le 42 sigle dei medici, nello stesso giorno, annunciavano lo sciopero contro il governo. Lo schema che abbiamo qui brevemente riassunto serviva fondamentalmente ad argomentare una riflessione: […]

Il ritorno dei vinti

Arriva una terribile notizia dall’Occidente: Roma è assediata; a prezzo d’oro viene riscattata la vita dei cittadini, ma una volta spogliati sono di nuovo accerchiati, e così oltre ai loro beni perdono anche la vita. La voce mi muore in gola e i singhiozzi interrompono le parole mentre detto. La città che aveva conquistato l’universo intero cade sotto la dominazione nemica”. Ogni epoca ha il suo 11 settembre. Ma quello evocato dalle angosciate parole di San Girolamo è forse il più terribile: nel 410 d.C. Roma viene saccheggiata per la prima volta dopo ottocento anni dai Goti di Alarico. La città che aveva unificato e civilizzato il mondo, inviolabile ed eterna, cadeva. E la […]

Arrabbiati

Sabina Guzzanti si è arrabbiata. Ora che i giudici le hanno dato ragione, se la prende con tutti, e soprattutto con la sinistra, colpevole di non aver fatto nulla in sua difesa. Alle obiezioni dei cronisti che le ricordano le manifestazioni, le interviste e le dichiarazioni dei leader risponde: “La mia proposta è che tutti quelli che vanno in tv o partecipano a programmi discutibilissimi come quello di Vespa dovrebbero dirlo lì, in quella sede, ogni volta, insistere sui censurati Rai fino a che non si ottiene una risposta, oppure non dovrebbero andarci affatto. Con questo non mi riferisco alla sinistra, ma ai suoi leader”. E dalle colonne di un altro giornale aggiunge: “Tutti […]

Dieci anni al bivio

In questi giorni Silvio Berlusconi sembra esitare davanti a un bivio: da un lato la ripida discesa verso lo spirito del ‘94, da percorrere alla bersagliera come l’outsider spregiudicato e antipolitico in guerra contro l’establishment della Prima Repubblica; dall’altro la dura e assai meno familiare salita del leader europeo, capace con una mano di trattenere Tremonti e con l’altra di rassicurare Fini e Follini, senza dimenticarsi di Ciampi. Il centrosinistra si è già trovato dinanzi allo stesso bivio: Ds, Margherita, Sdi e persino una parte consistente della galassia girotondina hanno scelto la seconda strada, quella di una lista unitaria tesa a delineare un nuovo soggetto politico europeo, il partito riformista, e una nuova leadership, […]

Tolkien reloaded

Forse era meglio se restava a casa. Riferito al re o allo spettatore, fate voi, ma questo è il dubbio che assale la platea dinanzi al sospirato arrivo dei titoli di coda, dopo le tre ore e ventuno minuti di spettacolo che compongono Il ritorno del re. Ed è un peccato, perché per molti aspetti la trilogia di Peter Jackson sfiora invece il capolavoro (non per nulla l’ultimo episodio ha vinto quattro Golden Globe, da sempre considerati anticamera dell’Oscar): dalla cura filologica nella ricostruzione alle spettacolari inquadrature dall’alto, dalla felicità di molte intuizioni narrative fino alla scelta degli attori (raro caso in cui alla fedeltà “fisica” al personaggio del testo originale si uniscano convincenti […]

Monotematici

Dobbiamo incalzare il governo affinché ponga mano a quelle riforme di cui gli italiani hanno bisogno”. Non è una dichiarazione particolarmente brillante quella che Francesco Rutelli ha rilasciato al Tg1. Ma è stata sufficiente a scatenare la reazione di Furio Colombo: incalzare, ha scritto il direttore dell’Unità, è un verbo troppo poco antiberlusconiano e l’antiberlusconismo “come punto di riferimento per la nostra campagna elettorale è certamente fortissimo. Svalutarlo sembra a molti di noi (credo proprio tanti, Francesco) un gravissimo errore”. Ma la chiave della lettera è in un altro passaggio, è in quel “possiamo chiederti, in spirito di amicizia, di chiarire quella dichiarazione disorientante, ora che stiamo iniziando uniti una difficilissima campagna elettorale?”. Il […]