Umoristi

In un articolo che sarà pubblicato oggi, martedì 27 dicembre, sul Sole24ore, il presidente della Confindustria Luca Cordero di Montezemolo scrive: “Spero che la nomina del nuovo governatore sia sottratta a veti e controveti politici. E soprattutto che si decida in fretta, per evitare di aggiungere altri danni alla nostra credibilità sui mercati internazionali”. In un articolo che sarà pubblicato oggi, martedì 27 dicembre, sul Sole24ore, il presidente della Confindustria Luca Cordero di Montezemolo scrive: “Siamo dovuti arrivare, dopo mesi, alle dimissioni forzate del governatore della Banca d’Italia, al discredito mondiale del nostro paese. E troppo tardivo è stato l’intervento di importanti aree politiche di entrambi gli schieramenti. Una legge a tutela del risparmio, […]

Il caso McNabb

Città natale – fra gli altri – di Will Smith, Philadelphia è fra le metropoli con la più alta percentuale di neri sul totale della popolazione. Due squadre, fra basket e football, potenzialmente da alta classifica con talenti “colored” da prima pagina: Allen Iverson, playmaker dei 76ers, e Terrell Owens e Donovan McNabb, ricevitore e quarterback della squadra di football degli Eagles. Non è forse un caso che quest’ultimo abbia trovato casa proprio a Philadelphia e sia indicato come uno dei più talentuosi quarterback afroamericani. Merce rara, in un ruolo storicamente dominato da bianchi. McNabb il suo lavoro lo sa fare, niente da dire. Forse è caratterialmente un po’ fragile e quest’anno il suo […]

I nuovi camaleonti

Non occorrono particolari doti di chiaroveggenza per capire che alla sinistra italiana si sta preparando un regalo di Natale coi fiocchi. Le novità sono altre. Le novità sono che Antonio Fazio è stato cacciato dalla Banca d’Italia, Fiorani è finito in galera, Ricucci dal magistrato, Gnutti sente già il tintinnar di manette e i vertici dell’Unipol sono quotidianamente accusati sui giornali di ogni genere di scorrettezza. E dulcis in fundo, il pubblico ministero che ha guidato le indagini fino a oggi, Francesco Greco, nei prossimi giorni potrebbe essere nominato alla guida della Consob. Quale migliore conclusione per una simile vicenda? Una vicenda che in questi giorni tocca il suo apice con il riaprirsi dell’antica […]

Charlie Brown e la cattolicità

Se avessi dovuto fare un regalo di Natale all’arcivescovo di Como monsignor Maggiolini, avrei senz’altro scelto i tre volumi finora editi de Il Grande libro dei Peanuts, edizione filologica delle strisce di Charles M. Schulz meritoriamente pubblicata da Baldini Castoldi Dalai. Dopo il volume dedicato agli anni ’70 (edito nel novembre 2003) e quello sugli anni ’60 (dicembre 2004), quest’anno, con uscita come di consueto strategicamente collocata a ridosso delle festività, è stato il turno degli anni ’80. A monsignor Maggiolini manderei, naturalmente, anche un biglietto di auguri, nel quale proverei a spiegare perché i Peanuts rappresentino un mondo e una compagnia umana che con il cristianesimo e il cattolicesimo hanno molto a che […]

La vera natura degli interessi

Ma quando si tratta di dire quali altri gruppi sociali debbano sostituire i partiti politici come fattori della formazione della volontà dello Stato, appare subito il carattere assai problematico di tutta questa argomentazione diretta contro i partiti politici. […] L’ostilità alla formazione dei partiti, e quindi, in ultima analisi, alla democrazia, serve – consciamente o inconsciamente – a forze politiche che mirano al dominio assoluto degli interessi di un solo gruppo e che, nello stesso grado in cui non sono disposte a tener conto degli interessi opposti, cercano di dissimulare la vera natura degli interessi che esse difendono, sotto la qualifica di interesse collettivo «organico», «vero», «bene inteso». (Hans Kelsen, Essenza e valore della […]

Lo spettro del nichilismo

La scorsa settimana, in mezzo a molte, variopinte notizie, il maggior quotidiano nazionale è inciampato ben due volte nella più filosofica delle questioni, quella che oppone forma e contenuto. In effetti, a inciamparvi non è solo la filosofia, costretta a misurarsi con i potenti formalismi della scienza, ma anche la politica, costretta sempre più, in ogni angolo di mondo, a riversarsi entro l’orizzonte assiomatico universale della democrazia. Sul Corriere del 20 dicembre, Magdi Allam ha lanciato un appello “a George Bush e ai leader occidentali impegnati nella promozione della democrazia nel mondo arabo e musulmano”, e l’appello è: pensateci bene. Prendetevi una pausa di riflessione. Rischiate di fare il gioco dei fondamentalisti, che potrebbero, […]

Lasciate riposare in pace i telefilm

E’ bene chiarirlo subito: siamo ideologicamente contro i cliffhanger. Soprattutto contro quelli che concludono le serie tv. Siamo contro l’uso scriteriato di quel sordido espediente creato per tenere il pubblico incollato al televisore fino alla stagione successiva. Perfino quando non ce n’è alcun bisogno. Siamo contro i finali in sospeso. Siamo contro qualsivoglia colpo di scena che non si risolva completamente prima della fine dell’ultima puntata. Non abbiamo la minima intenzione di aspettare mesi (che qui in Italia potrebbero diventare addirittura anni) per sapere come andrà a finire una storia. Siamo patologicamente incapaci di accettare una spiegazione incompleta, farraginosa e meno che esauriente. Per questo e solamente per questo non ce la siamo sentita […]

Nessuna pietà per la maggioranza

Duri e impuri, artefici di un sound che rifiuta ogni compromesso accettandoli tutti, i tedeschi Kmfdm (Kein Mitleid Für Die Mehrheit, ovvero Nessuna Pietà Per La Maggioranza) dell’eclettico Sascha Konietzko possono rivendicare d’essersi mossi tra i primi nei territori del genere industrial, per affinare negli anni uno stile personale che è prodotto non dalla somma degli ingredienti ma dal loro scontro: rumorismo industrial, rilassatezze dance, accelerazioni techno, assalti hard e metal, improvvise accelerazioni punk, spiazzanti decelerazioni prog ed elettroniche: tutto confluisce nel pentagramma del gruppo dove viene masticato più che rielaborato, attraverso una cura a base di severi ritmi dub, industrial e metal. Dominio e abuso dei sintetizzatori, voci raramente non filtrate, il sound […]

Compagno Romano

Uno non pretende che Prodi imbracci lo sten e tiri sventagliate a casaccio nella macchia. I Ds, il reparto più rappresentativo e meglio equipaggiato, sono sotto il tiro dei mortai nemici e il generale che fa? Non dice neanche ba e se parla lo fa sottovoce. C’è niente da fare, il messaggio che passa è: cazzacci vostri. E alla truppa non va bene che un capo si comporti così. I Ds? Potrebbero giocare a West Point e urlargli a un centimetro dagli occhiali: “Compagno-Romano-non-abbiamo-sentito”. Sì proprio così: compagno Romano. Nello stesso modo in cui egli arringava il popolo alle Feste dell’Unità prima delle primarie. E i compagni lì a convincersi che sì, poteva valerne […]

Encomio di Anna

Non arriveremo a dire che Anna Falchi è una di noi. C’è un limite, prettamente anatomico, alla solidarietà femminile. Ma è innegabile che il primo pensiero, all’esplosione del Furbettigate, sia stato per lei. Dopo aver seguito con doveroso sussiego le vicende del matrimonio con Stefano Ricucci, talmente privato da rimanere per giorni sulle bocche di tutti, eravamo un po’ in pensiero. Indiscrezioni velenose e solo un’immagine in bianco e nero degli sposi nel gran giorno – occhi negli occhi e sorridenti – a rassicurare le anime romantiche. Una foto hollywoodiana à la Pitt-Aniston, intrinsecamente un po’ sinistra. Ora, possiamo infine sospirare di sollievo. La prima notizia è che Anna Falchi non è una sciocca. […]