Ultima fermata, Detroit

Il Superbowl che tutta America si aspettava era quello con in campo i Seattle Seahawks e gli Indianapolis Colts. Guidati dal solito, devastante Shaun Alexander, i Seahawks sono riusciti a raggiungere la prima finale della loro storia. Ma ad attenderli a Detroit non ci saranno i Colts di Peyton Manning bensì i sorprendenti Pittsburgh Steelers. Ben Roethlisberger è un quarterback che l’anno scorso, da esordiente, è riuscito a infilare una serie impressionante di vittorie consecutive, salvo poi crollare per inesperienza nei playoff. Quest’anno ha dimostrato di essere cresciuto riuscendo a portare la propria squadra dritta in finale vincendo tutte e tre le partite di avvicinamento fuori casa. Un record per la Nfl: nessuna squadra […]

Le posate della legittima difesa

Con 244 voti a favore e 177 contro, l’articolo 52 del codice penale è stato modificato. In base alla nuova legge, è autorizzato il ricorso a un arma legittimamente detenuta per la difesa della propria o dell’altrui incolumità, quando sia violato il proprio domicilio, e anche per la tutela “dei beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione” da parte dell’offensore. La disposizione viene estesa anche ai casi in cui l’aggressione sia portata “all’interno di ogni altro luogo ove venga esercitata un’attività, commerciale, professionale o imprenditoriale”. In pratica, cade il principio della proporzione tra offesa e difesa, o più precisamente: si considera che la proporzione sussista sempre. […]

Uno più uno

Per Zeus! Sono ben lungi dal credere di sapere la causa di una qualunque di queste cose: io che non sono capace di capire neppure come, allorché si aggiunge uno a uno, l’uno al quale l’altro fu aggiunto diventi due e così diventi due l’uno che è stato aggiunto, ovvero come l’uno che è stato aggiunto e l’altro al quale venne aggiunto diventino due per la semplice aggiunzione dell’uno all’altro! Effettivamente, fa meraviglia che, quando essi erano separati, ciascuno fosse uno e non due, e quando invece si accostarono l’uno all’altro, proprio questo fosse la causa per cui diventarono due, cioè di trovarsi insieme, vale a dire l’essere stati posti l’uno accanto all’altro. (Platone, […]

Nessuno tocchi il contratto

Fa male chi sbertuccia l’idea del “contratto con gli italiani”. Perché un conto è Benigni che mette su una parodia neanche tanto originale, un altro è la politica. Piero Ostellino ricorda, da liberale vero, che la titolarità del potere è del popolo mentre l’esercizio è dei suoi rappresentanti. Le elezioni, che sono la messa cantata di quella sovranità, servono a scegliere chi si ritiene adatto alla rappresentanza, e – dunque – all’esercizio del potere. Ma la sovranità non cessa quando si chiudono le urne. Perché allora la delega sarebbe in bianco e senza responsabilità non si dà democrazia. Ecco, il contratto è un atto trasparente grazie al quale gli elettori possono controllare se hanno […]

Shopgirl

Mirabelle lavora nel reparto guanti di Neiman Marcus, il grande magazzino, a Los Angeles. L’impatto è ovattato, artificiale come la familiarità confortevole che protegge le ragazze di tutto il mondo quando entrano in un negozio di lussi discreti. Le commesse, in posti così, si dividono in due categorie: quelle a cui non si osa chiedere una taglia più grande e quelle che scelgono di farti provare direttamente la taglia più grande perché loro – si sa – hanno l’occhio allenato. Per questo si finisce per cercare consolazione negli angoli in cui le misure non suonino come condanne. Borse e scarpe, nell’iconografia classica, solo perché spesso dimentichiamo altri piccoli accessori, sofisticati e un po’ desueti. […]

Contrordine fratelli

Cultura, etica e finanza di rado si sono intrecciate tanto strettamente nel dibattito pubblico del nostro paese. E’ come se l’approssimarsi di una campagna elettorale decisiva, per quel parlamento che tra i suoi primi atti dovrà decidere il prossimo presidente della Repubblica, avesse mobilitato e insieme messo in fibrillazione tutte le maggiori forze – sociali, economiche, culturali – che da sempre si muovono sotto la pelle del paese. Non è un caso che questo processo molecolare si sviluppi in un periodo particolarmente convulso della storia del mondo, dopo l’11 settembre e dinanzi al rinnovato protagonismo della politica estera americana, venuto a coincidere con una fase costituente del processo di integrazione europea: con la crisi […]

L’indole speculativa dell’enciclica

La lettera enciclica Deus caritas est ha una breve introduzione ed è divisa in due parti: la prima, spiega il Pontefice, ha un’indole più speculativa: in essa si precisano “alcuni dati essenziali sull’amore che Dio, in modo misterioso e gratuito…

Il cristianesimo non è una scatola

Hai voglia a mettere in scatola l’amore. L’amore. Figuriamoci. Chi si sia innamorato anche solo mezza volta nella vita, come pure chi ami lo stesso uomo o la stessa donna da trent’anni, sa perfettamente, a rifletterci solo un istante, che la pretesa…

Benedetto XVI e il marxismo

L’enciclica Deus caritas est rappresenta un documento sorprendente sotto molti aspetti. Da un dottore della Chiesa salito alla Cathedra ci si attendeva una prima enciclica di orientamento dottrinario e dogmatico, mentre abbiamo di fronte agli occhi un documento…

In difesa dell’inappellabilità

Non mettiamo in discussione le valutazioni che hanno spinto il presidente della Repubblica a rinviare alle camere la legge Pecorella. Valutazioni certamente fondate, in particolare sul rischio di una deformazione del ruolo della Cassazione. Restano però, tra i molti argomenti impiegati nel dibattito che quella decisione ha preceduto, diverse affermazioni che appaiono espressione di un modo di concepire la giustizia e lo stato di diritto che in questi anni, soprattutto a sinistra, ha prodotto guasti rilevanti. Tralasciando dunque gli aspetti strettamente giuridici e costituzionali, vogliamo innanzi tutto difendere il principio che è alla base della legge Pecorella: una volta che un imputato sia stato prosciolto dalle accuse, dopo avere affrontato indagini e dibattimento (e […]