Tremontismo e modello milanese

A metà degli anni novanta, l’esito politico della vicenda di mani pulite e più in generale della crisi dei partiti della prima repubblica comportò uno spostamento massiccio di consensi dal campo delle forze democratiche…

Finale di partita in An

La verità di Alleanza nazionale e del suo segretario era scritta nei manifesti per il decennale della svolta di Fiuggi, appena qualche mese fa…

Il partito liberale di massa

Dove è finito il progetto di costruire un partito liberale di massa in Italia? Forse i rovesci del gollismo francese hanno fatto mutare consiglio a quelli che in casa nostra pretendevano di esserne i fondatori?

Dove porta la rivoluzione libanese

Quando il 14 febbraio l’ex primo ministro sunnita Rafiq Hariri fu ucciso da un’autobomba a Beirut, la rivolta popolare contro la Siria che ne seguì fece parlare l’occidente di una “rivoluzione dei cedri”…

Perché rapiscono i cooperanti

Clementina Cantoni è al ventunesimo giorno di prigionia. Conosciamo il nome del capo della banda che l’ha rapita, il luogo della prigionia e le richieste…

La flexicurity scandinava

In un recente viaggio in Danimarca e Svezia che mi è stato chiesto di organizzare per alcuni rappresentanti del centrosinistra ho potuto constatare come la ricerca di soluzioni avanzate nel campo del welfare…

La battaglia non combattuta di Blair

Anche il New Labour può essere serenamente inserito tra le vittime eccellenti della vittoria del No al referendum francese. E in particolare la sua vocazione…

L’euroscetticismo progressista

Il primo paese scandinavo a entrare nell’Unione europea, la Danimarca, lo fa…

Il paradosso mediorientale del No

Il No francese al referendum sulla Costituzione europea avrà profonde ripercussioni su tutta la politica mondiale. Come annota Giuliano Amato…

Via della seta e rivoluzioni di velluto

La via che unisce l’Europa alla Cina si incunea attraverso ex superpotenze, future…