Il luogo del delitto

Tempo di Harry Potter. A chi proprio non riuscisse a dormire, tormentandosi nelle notti d’agosto sull’origine della parola “babbàno”, termine chiave nella versione italiana della storia, vogliamo fornire almeno un indizio. Una consultazione dell’Atlante lessicale toscano consente infatti di stringere notevolmente il cerchio, come si direbbe in un poliziesco. La forma “babbano” (“stupido”) viene utilizzata solo in una piccola area compatta comprendente i punti 210, 211, 222, 223, 224. Ovvero, rispettivamente: Magliano in Toscana, Montorgiali, Porto Santo Stefano, Orbetello, Capalbio. Non è dunque difficile immaginare dove Marina Astrologo, traduttrice del romanzo, nonché pilastro del girotondismo romano, abbia potuto orecchiare il termine. La magia della capitale e dei suoi tanti apprendisti stregoni è tutta qui. […]

La pulsione scopica

Benché sia su tutti i giornali, la notte assai spigliata passata da un parlamentare dell’Udc all’Hotel Flora di Roma non è una notizia. Del festino romano, infatti, quel che interessa il pubblico non ha nulla a che fare con l’informazione e la conoscenza, e molto invece con la pulsione scopica. Pulsione scopica allo stato puro, che significa: la brama con cui dirigiamo il nostro sguardo. Dirigiamo, ma siamo anche diretti. Basti pensare alla cartina che il Corriere della sera ha sentito l’esigenza di mettere in pagina per illustrare, agli occhi avidi dei suoi lettori, dove, in quale strada, in quale angolo di capitale, il pasticciaccio fosse avvenuto. L’onorevole sarà dunque contento se, per commentare […]

Lettera a un professore

Caro Direttore – in verità non ne abbiamo, ma è un inizio così asciutto e maestoso che non potevamo resistere alla tentazione di scrivere a noi stessi – Nicola Rossi, in una lunga epistola al Corriere della sera, si scaglia contro Enrico Letta, reo di aver difeso “la garanzia (contenuta nell’accordo tra governo e sindacati) che i giovani di oggi non avranno dal 2031 una pensione inferiore al 60% del loro stipendio”. Se Letta divenisse segretario del Pd, incalza Rossi, spingerebbe dunque per tornare al sistema in vigore fino al ’95. Ma allora non basta “sorridere all’idea del candidato dei quarantenni che ci riporta alla bonanza previdenziale degli anni settanta e ottanta”, occorre contrapporgli […]

The day after

Il 13 ottobre 1806, quando Napoleone entrò da trionfatore a Jena, Hegel scrisse all’amico Niethammer: “Ho visto l’Imperatore – quest’anima del mondo – cavalcare attraverso la città per andare in ricognizione: è davvero un sentimento meraviglioso la vista di un tale individuo che, concentrato qui in un punto, seduto su di un cavallo, abbraccia il mondo e lo domina”. Non duecento anni dopo, ma duecentouno; non il tredici ottobre, ma il quattordici, all’appuntamento ci saremo anche noi. E così ognuno di noi, il 14 ottobre 2007, potrà scrivere finalmente: “Ho visto lo spirito del mondo vincere le primarie del Pd”.