Lasciate riposare in pace i telefilm

E’ bene chiarirlo subito: siamo ideologicamente contro i cliffhanger. Soprattutto contro quelli che concludono le serie tv. Siamo contro l’uso scriteriato di quel sordido espediente creato per tenere il pubblico incollato al televisore fino alla stagione successiva. Perfino quando non ce n’è alcun bisogno. Siamo contro i finali in sospeso. Siamo contro qualsivoglia colpo di scena che non si risolva completamente prima della fine dell’ultima puntata. Non abbiamo la minima intenzione di aspettare mesi (che qui in Italia potrebbero diventare addirittura anni) per sapere come andrà a finire una storia. Siamo patologicamente incapaci di accettare una spiegazione incompleta, farraginosa e meno che esauriente. Per questo e solamente per questo non ce la siamo sentita […]

In memoria di Leo McGarry

Da questa parti non potevamo certo rimanere indifferenti alla notizia della morte improvvisa di John Spencer. Se la cosa non vi dice niente, è perché non sapete che è l’attore che in West Wing interpreta Leo McGarry. Se siete proprio digiuni del telefilm, sarebbe il momento di porci almeno un tardivo rimedio. Non solo Leo McGarry è il capo dello staff del presidente degli Stati Uniti. E’ anche un suo caro amico e fidato consulente. E’ lui che ha deciso e convinto Jed Bartlet a presentarsi alle elezioni presidenziali quando era ancora solo il governatore del New Hampshire. E’ lui che l’ha condotto fino alla Casa Bianca ed è lui che ha fatto in […]

La prima vertenza del reality

A Mediaset quest’anno il calcio non porta bene. Dopo che Serie A ha portato un numero di problemi di gran lunga superiore agli spettatori, a peggiorare la situazione ci si è messo pure Campioni, il reality calcistico di Italia 1. Gli ascolti di questa stagione sono molto bassi, perfino più dell’anno scorso, e la trasmissione rischia di chiudere in sordina. Essendo infatti legata al campionato del Cervia, non possono neppure staccarle la spina e porre fine alle sue sofferenze. Sarebbe come interrompere il Grande Fratello lasciando i concorrenti chiusi nella casa; inevitabilmente finirebbero per chiedersi cosa ci rimangono a fare lì dentro. Che è un po’ quel che si stanno domandando anche i giocatori […]

Sei piedi di separazione

Adesso che la terza stagione di Six Feet Under volge al termine la ragazza di Nate (quella con cui ha avuto il bambino) sembra avere finalmente recepito il messaggio. La nostra non è cattiveria, è una scelta di campo. Non ce ne voglia la povera Lisa, ma fra lei e Brenda non c’è mai stata partita. Che la sua storia con Nate avrebbe avuto vita breve era chiaro a chiunque fin dall’inizio, incluso il suo fidanzato. Il problema – come si dice sempre in questi casi – non è lei, il problema è Nate, o più precisamente la sua ex fidanzata. Perché malgrado Lisa si sia presentata con tanto di figlioletto a carico e […]

Il senso di Bonolis

Difficile dire se “il senso della vita” sia un programma brutto o bello, innovativo o riciclato, perché la nuova trasmissione di Bonolis è fondamentalmente noiosissima. Di certo l’ora tarda non ha aiutato, ma ha per lo meno contribuito a dare al tutto un’aria tranquilla e leggermente sofisticata, che invece manca alla scenografia, pericolosamente somigliante a quella di “Chi vuole essere un milionario”. Ma il problema non è quel che c’è nella trasmissione, o quel che sarebbe potuta essere (chiamandosi come un film dei Monty Python) e non è stata, il problema è Bonolis. E capite da soli che non è cosa da poco. Per la precisione è l’atteggiamento di Bonolis. Ha deciso che vuole […]

Mentana reloaded

Quando Mentana ha dichiarato che la sua Serie A avrebbe avuto un taglio strettamente giornalistico, che le partite sarebbero state messe in primo piano, avremmo dovuto capire cosa ci aspettava. Ci aspettava una trasmissione di calcio talmente uguale a tutte le altre che si fa fatica a distinguerla. Ogni traccia di Bonolis è stata accuratamente eliminata (a parte le inesorabili interruzioni pubblicitarie) e perfino la scenografia dello studio è totalmente cambiata. Per non disturbare la sacralità della domenica calcistica devono aver pensato che era meglio non distrarre il telespettatore con fronzoli inutili e limitare al minimo il rischio che si accorgesse di aver cambiato canale con il telecomando. Mentana ha imparato la lezione da […]

Caro Paolo, Celentano si nasce

Una delle cose più fastidiose delle querelle televisive è che poi devi decidere da che parte stare e spesso la scelta non è affatto semplice. Astenersi non è concesso. Ma scegliere, in casi come quello di Bonolis contro la redazione sportiva di Mediaset o quello di Celentano contro il resto del mondo, può diventare un’impresa tanto improba da farci rimpiangere i tempi in cui ci chiedevano se volevamo più bene alla mamma o al papà. Fin da allora abbiamo imparato che qualsiasi risposta si rivelerà una fregatura. La situazione è cambiata però nel momento in cui Bonolis ha deciso che vincere la partita con Mediaset non gli bastava e ha cercato di stravincere, inimicandosi […]

Resuscitare Taylor

In principio fu Bobby Ewing. La storia è nota: lui uscì dalla doccia e fu tutto come prima, dei due anni precedenti in cui il fratello buono di J.R. era stato morto nessuna traccia, spariti. Pamela, la moglie di Bobby, si era sognata tutto, e milioni di spettatori di Dallas con lei. Erano gli anni ottanta, il pubblico era ancora innocente e la madre di tutti i problemi di sceneggiatura – come resuscitare un morto – si poteva risolvere facendo finta di niente: avete sognato, buttate nel cestino le ultime due stagioni e riprendete i vecchi appunti, che si ricomincia. Oggi non funzionerebbe mai, siamo spettatori più consapevoli. Sappiamo che se non si trova […]

Indovina chi viene a ER

Carol Hathaway era tornata. Era tornata al pronto soccorso più amato della tv, quello di ER. Questo almeno è ciò che per qualche secondo avremmo potuto pensare, aiutate magari dalla confusione creata dai palinsesti in continuo movimento. Ma era evidente che non poteva essere così, se non altro per quei capelli lisci e quel look estremamente curato, che quasi si stentava a riconoscerla. Infatti non era l’infermiera Hathaway e per la verità non era neanche ER. Il telefilm che stavamo seguendo era sì ambientato in un ospedale, ma si trattava di Scrubs, il più bel programma che vada in onda su Mtv. Avete già capito, è una di quelle mosse a effetto con cui […]

Celentano è un metodo

Siccome questo paese si entusiasma facilmente per le novità, ma resta pur sempre affezionato alle antiche tradizioni, abbiamo trascorso la settimana in compagnia del fenomeno Celentano. Celentano, come quasi tutti i personaggi diventati famosi per essere – per l’appunto – dei personaggi, prima di tutto è un metodo. Il suo è un procedimento preciso e costantemente reiterato a intervalli regolari. Quel che fa, quando parla e quando prepara un programma, è sostanzialmente creare una crescente suspense. Un’attesa non sempre soddisfatta, e che non a caso termina spesso con una lunga pausa. Sorprende che dopo quarant’anni di molleggiata carriera si stia ancora qui a discutere dell’effetto dirompente che ha sull’opinione pubblica. Benché quell’effetto – come […]