Scozia-Italia 17-37

A giocare con quelli più bravi di solito si perde. Soprattutto se lo sport in questione offre pochi appigli, a chi sta sotto, per sovvertire i valori in campo. E anche perché andare da gente che quel gioco lì lo ha inventato, lo pratica da un secolo e mezzo ad alto livello, e ne ha definito le regole, il cerimoniale e la mitologia, beh, intimidisce un pochino. Per questo da quando l’Italia, sette anni fa, è stata ammessa nel salotto buono del rugby – il torneo delle Sei nazioni – il bilancio è stato di tre vittorie in casa, un pareggio esterno, un mucchio di occasioni perse e tanta frustrazione. Sebbene da qualche stagione […]

Destino cinico di un underachiever

Si dice che il trascorrere del tempo faccia guadagnare saggezza e serenità. Si dice anche che la pratica del buddismo conduca verso un fatalistico disinteresse per gli accidenti mondani. Roberto Baggio, che domenica ha compiuto quarant’anni, non sembra giovarsi né della saggezza dell’età né della mistica serenità della religione. Intervistato dal Tg1 ha mostrato di non essersi ancora fatto una ragione della mancata convocazione ai mondiali del 2002, e di attribuire il fatto ad una macchinazione ai suoi danni. Un primo segnale – addirittura – dello scandalo manifestatosi la scorsa estate. “Mi ha fatto pensare molto, soprattutto al fatto che ai Mondiali del 2002 non ci sono andato e chissà perché… Questa domanda mi […]

Pantani senza resurrezione

Pantani interessa. Piace. Vende. Ancora oggi, a tre anni da quella morte assurda, forse anche grazie ad essa. Al Pirata, in questi tre anni, sono state dedicate una decina di biografie, almeno otto canzoni (anche da artisti di una certa notorietà come Francesco Baccini e gli Stadio), una tesi di laurea, una fiction televisiva (un’altra è in progettazione) e infiniti articoli, manifestazioni, trasmissioni televisive. Con rare eccezioni, il registro prevalente di ogni atto di memoria nei confronti del campione romagnolo è un misto di nostalgia e rammarico, all’insegna del classico adagio secondo il quale “muore giovane chi è caro agli dei”. Gli ingredienti perché la storia di Pantani sia degna di essere commemorata, in […]

Il ritorno di Jonny Wilkinson

L’ ultima cosa che Jonny Wilkinson era stato visto fare con la maglia della propria nazionale era stata calciare un drop in mezzo ai pali nei tempi supplementari. Era il 28 novembre 2003. Pochi secondi dopo, il fischio del signor Watson, del Sudafrica, avrebbe certificato che Wilkinson e la sua Inghilterra erano, per la prima volta, campioni del mondo di rugby. Da quella finale una serie di infortuni gli aveva impedito di indossare la maglia numero dieci. In questi tre anni il rugby inglese ha vissuto alcune delle peggiori stagioni della sua storia recente, alternando periodi di crisi profonda a tentativi di resurrezione mai definitivi. La profondità della crisi non era certo ascrivibile alla […]

Le mani pulite del ciclismo

Sul palco del ciclismo sta andando in scena da alcuni mesi lo stesso dramma variamente rappresentato in ben altri teatri: il copione prevede un eterno perdente che riesce a farsi passare per vittima di una serie di vergognose ingiustizie ricavandone un vantaggio sportivo e divenendo il portavessilli della ritrovata moralità dello sport, l’immagine stessa del campione di onestà e di uno sport tornato finalmente sano dopo il repulisti. Salvo poi scoprire che la presunta vittima, il presunto campione di moralità barava come e quanto gli altri. A volte perfino peggio. E che la celebrata rivoluzione altro non era che una banale operazione di facciata. No, non stiamo parlando del calcio, dell’Inter e della Juventus, […]

Antonio Cassano, perdente incompreso

Stava per arrivare al Milan, ma Ancelotti – complice forse un’insurrezione dello spogliatoio – ha detto no grazie. Lui ha sostenuto che vorrebbe tanto tornare a giocare nella Roma, ma a Trigoria pare non vogliano nemmeno sentirlo nominare. Perfino Moratti ha detto che Cassano “non è affare dell’Inter”, e infine Capello – l’allenatore-padre, l’ultimo a credere in lui – lo ha ufficialmente scaricato: il Real Madrid non conta più su di lui, può anche essere ceduto. Il problema è trovare qualcuno che se lo pigli, Antonio Cassano da Bari vecchia. Nessuna squadra di primo piano appare intenzionata a investire in un giocatore considerato un piantagrane indisciplinato, che si allena poco e male, sebbene dotato […]

La leva cestistica della classe ’85

L’ esordio di Andrea Bargnani nell’Nba, la lega professionistica americana di basket, assomiglia molto a quanto racconta quella vecchia canzone di De Gregori, fatte le debite aggiustature. Là, nella canzone, si parla di calcio e di un ragazzino, Nino, alle prime esperienze agonistiche che fanno intravedere, grazie allo sguardo lungimirante di un allenatore che non si ferma ai particolari, la stoffa del buon giocatore. Qui, nella realtà del gotha della pallacanestro mondiale, abbiamo a che fare con un giovanotto di due metri e tredici, classe 1985, già milionario, campione d’Italia in carica con la Benetton Treviso, primo europeo di sempre (e terzo non statunitense) ad essere scelto al primo posto nel draft 2006, il […]

Il derby delle élite

A partire dal 1872 le università di Oxford e Cambridge si incontrano su un campo da rugby. La sfida ha luogo ogni anno il secondo martedì di dicembre, e dal 1921 si gioca allo stadio di Twickenham, il Wembley della palla ovale. Si tratta del Varsity Match, quella in programma martedì 12 sarà la centoventicinquesima sfida tra i due atenei. Una consolidata tradizione, per il metro del resto del mondo, ma una fresca novità se paragonata alla più celebre Boat Race – la regata sul Tamigi disputata dagli armi dei due atenei a primavera – che si corre a partire dal 1829. Immaginare di traslare questo tipo di tradizioni fuori dal Regno Unito è […]

Juventus-Lecce 4-1

Quattro a uno. Juventus quattro, Lecce uno. Questo articolo potrebbe anche concludersi qui, ché quello che c’era da dire se lo sono detto sabato le due squadre in campo. Il resto è come il jazz, se non lo capisci da solo, non lo si può spiegare. Ma proviamoci lo stesso. Sabato pomeriggio, l’anticipo di serie b, prevedeva l’incontro Juventus-Lecce, appunto. Ovvero la principale vittima della palingenesi morale del calcio contro il suo storico accusatore, Zdenek Zeman, allenatore dei pugliesi. Ovvero i brutti sporchi e cattivi contro i buoni. Meglio ancora, i brutti sporchi e cattivi, puniti e retrocessi, privati di un gran numero dei loro campioni, contro il pioniere dei buoni, pronto a prendersi […]

Il maratoneta democratico

Esiste una disciplina sportiva nella quale fior di professionisti iperallenati e ben pagati partecipano e competono fianco a fianco con decine di migliaia di amatori e sportivi della domenica. È come se a San Siro, insieme al derby di serie A, si giocasse anche scapoli contro ammogliati, con le televisioni e la stampa interessate in egual modo a entrambe le partite. Questa disciplina è la maratona. La settimana scorsa si è corsa quella di New York che ha segnato l’ennesimo record di visibilità, quelle di Roma, Londra e delle altre capitali sono stabilmente in crescita da anni, e basta un giro per i parchi delle nostre città per avere idea di quanto correre stia […]