Il principio vicario

Se rinuncio alla mia ragione, non ho più guide: occorre che io adotti, da cieco, un principio vicario, e che supponga la sostanza delle questioni. Smarrito in una foresta immensa durante la notte, ho soltanto una piccola luce per condurmi. S’appressa uno sconosciuto che mi dice: “Amico mio, soffia sulla candela per trovare meglio il tuo cammino”. Questo sconosciuto è un teologo.
(Denis Diderot, Aggiunta ai pensieri filosofici)

a cura di Massimo Adinolfi

Comments are closed.