Gli intellettuali che sparano nel mucchio

Difficile scrivere un editoriale più sconsolato di quello che ha scritto ieri Ernesto Galli della Loggia. Prendendo spunto dalla formazione delle liste, così come i giornali in questi giorni le hanno raccontate, l’editorialista principe del Corriere della Sera si chiede retoricamente cosa mai abbiamo fatto per meritarci un simile spettacolo. L’interrogativo è retorico perché l’articolo fornisce la risposta: queste liste ce le meritiamo, il Paese se le merita, visto che non è affatto meglio dei suoi rappresentanti, salvo forse una sparuta minoranza, e visto anche che non c’è ragione alcuna perché la classe politica sia migliore della società che la elegge… continua a leggere

(Il Mattino, 1 febbraio 2018)

Comments are closed.