Rinuncia del sentimento

Come ho detto sovente, la filosofia non richiede da parte mia alcun sacrificio, perché io non mi nego la possibilità di dire alcunché, ma semplicemente rinuncio a certe combinazioni di parole in quanto sono prive di significato. Ma in un altro senso la filosofia esige la rinuncia, ma una rinuncia del sentimento, non dell’intelletto. Forse è questo che rende la cosa così dura per molte persone. È altrettanto difficile astenersi dall’uso di un’espressione quanto lo è trattenere le lacrime o trattenere le risa.
(Ludwig Wittgenstein, The Big Typescript)

a cura di Massimo Adinolfi

Comments are closed.