In memoria di Leo McGarry

Da questa parti non potevamo certo rimanere indifferenti alla notizia della morte improvvisa di John Spencer. Se la cosa non vi dice niente, è perché non sapete che è l’attore che in West Wing interpreta Leo McGarry. Se siete proprio digiuni del telefilm, sarebbe il momento di porci almeno un tardivo rimedio. Non solo Leo McGarry è il capo dello staff del presidente degli Stati Uniti. E’ anche un suo caro amico e fidato consulente. E’ lui che ha deciso e convinto Jed Bartlet a presentarsi alle elezioni presidenziali quando era ancora solo il governatore del New Hampshire. E’ lui che l’ha condotto fino alla Casa Bianca ed è lui che ha fatto in modo che ci restasse. Leo è sempre un passo avanti al presidente ed è lo snodo principale di ogni problema da risolvere. E’ di conseguenza uno dei cardini su cui si muove tutto il telefilm. Gli spettatori hanno imparato ad affezionarsi al suo stile schivo e asciutto, che fa di lui un po’ l’alter ego del presidente: là dove Bartlet è testardo, loquace e idealista, Leo è pragmatico, essenziale e paziente. Ma come a volte accade con gli show televisivi, la realtà si è mescolata alla fantasia, e l’ha fatto in modo singolare. Perché il destino di John Spencer sembra avere seguito paradossalmente quello del suo personaggio. Nella sesta stagione di West Wing (che in Italia deve ancora essere trasmessa) Leo ha sofferto di gravi problemi di cuore, lo stesso problema che l’ha colto improvvisamente venerdì scorso. Se non fosse una notizia molto triste, sembrerebbe una grandissima dimostrazione di professionalità. A rendere più assurda la situazione ci sono anche le anticipazioni delle puntate ancora da trasmettere. Durante un dibattito, parlando del sistema sanitario Leo McGarry avrebbe dovuto dire: “By an overwhelming percentage, the first warning symptom of a heart attack is death. I’m fortunate to be here”.

Comments are closed.