Foto di Maurizio

L’ossessione del controllo in un mondo incontrollabile

A scorrere le notizie di queste settimane e i relativi commenti, l’impressione è che noi cittadini delle democrazie occidentali viviamo in società sempre più «control freak». Ossessionate dal controllo. Nevrotizzate dall’idea di potere e dovere controllare, prevedere e sterilizzare qualunque possibile minaccia. Paradossalmente, quanto più la nostra vita è determinata da fenomeni che sfuggono alla possibilità di governarli attraverso i vecchi strumenti istituzionali e politici nazionali (anche per nostre scelte istituzionali e politiche, peraltro), tanto più cresce e si rafforza la posizione di quei leader politici e di quei movimenti che promettono di restituircene il controllo. «Take back control» è lo slogan che ha assicurato la vittoria ai sostenitori della Brexit. Riprendere il controllo: sull’immigrazione, sull’economia, sulla sicurezza, vale a dire su tutto quello su cui non l’Unione europea, ma la globalizzazione ha tolto il timone dalle mani di governi e parlamenti nazionali… continua a leggere

(l’Unità)

Comments are closed.