Guerre illimitate e (non) strategie

Nel suo discorso al paese della notte scorsa, Barack Obama ha sottolineato la necessità di alzare la soglia dell’impegno contro lo stato

La malattia di chi ha perso fiducia

Il legno storto dell’umanità. «Da un legno così storto come quello di cui è fatto l’uomo, non si può costruire nulla di perfettamente dritto». Se è così, se l’uomo è fatto così, allora come può bastare il vocabolario del diritto a tenere insieme una società?

Un papa che fa pregare re e presidenti

Il fatto che papa Francesco abbia invitato in Vaticano Shimon Peres e Abu Mazen a pregare per la pace rientra nelle tante novità di questo pontificato, ma anche nella storia della romanità.

Quei nostalgici di ricette fallite

Complice anche la fiorente pubblicistica che ha riportato in auge il tema della diseguaglianza, abbiamo imparato un po’ tutti a familiarizzare con le complesse misure statistiche che fino a poco fa erano confinate agli studi degli economisti…

Renzi e D’Alema

È una «confessione»: per il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan – passato anni fa, ben prima di arrivare a via XX settembre, per le stanze di Italianieuropei, la Fondazione presieduta da Massimo D’Alema…

Obama e Francesco

La visita del presidente Obama da papa Francesco del 27 marzo ha molto di rituale, ma non del tutto rituale. C’è una questione politica, sia per il papa che per Obama, e una questione di geopolitica globale del cattolicesimo…

Perché l’Italicum non mi convince

Caro direttore, ho letto con interesse il tuo editoriale di ieri e non voglio lasciare cadere le riflessioni che offre ai lettori e le domande che pone ad alcuni di noi.

L’eterna purezza

Siccome tutto è cominciato con una divisione, nel ’21, e visto che ieri ne era anche l’anniversario, le dimissioni di Gianni Cuperlo hanno di nuovo sollevato il fantasma della scissione

La logica del Cuccuzzarum

Non c’è da stupirsi se la decisione della Consulta sulla legge elettorale è arrivata prima della sua tanto invocata riforma. Da quando in Italia è stato introdotto il maggioritario, infatti, non è mai accaduto che gli opposti schieramenti abbiano trovato un accordo sulle regole del gioco. E questa è di per sé una sentenza più pesante di quella emessa dalla Corte costituzionale…

Le parole giuste

Le parole non sono le cose, ma siccome alle cose andiamo attraverso le parole, forse non è inutile chiedersi a quali parole affidiamo la rappresentazione del Mezzogiorno…