Mentana reloaded

Quando Mentana ha dichiarato che la sua Serie A avrebbe avuto un taglio strettamente giornalistico, che le partite sarebbero state messe in primo piano, avremmo dovuto capire cosa ci aspettava. Ci aspettava una trasmissione di calcio talmente uguale a tutte le altre che si fa fatica a distinguerla. Ogni traccia di Bonolis è stata accuratamente eliminata (a parte le inesorabili interruzioni pubblicitarie) e perfino la scenografia dello studio è totalmente cambiata. Per non disturbare la sacralità della domenica calcistica devono aver pensato che era meglio non distrarre il telespettatore con fronzoli inutili e limitare al minimo il rischio che si accorgesse di aver cambiato canale con il telecomando. Mentana ha imparato la lezione da […]

Il vecchio e la Morte

Una volta un vecchio che aveva fatto legna nel bosco, se la caricò sulle spalle. La via era lunga: il vecchio stremato posò la fascina e invocò la Morte. La Morte apparve e gli chiese: “Mi hai chiamato, che vuoi?”. “Dammi una mano” il vecchio rispose. (Esopo) a cura di Massimo Adinolfi

Il Cavaliere rampante

Prima dal presidente degli Stati Uniti e ora dal Papa. Se solo fosse possibile ritornarne, in questo fiammeggiante inizio di campagna elettorale, Silvio Berlusconi non mancherebbe una visita anche al buon Dio. Deciso com’è a resuscitare ancora una volta i fantasmi del ’48, non può certo stupire che il presidente del Consiglio si rivolga prima all’America e poi alla Chiesa. E’ l’unico schema di gioco che conosca, con Forza Italia nei panni della Dc, se stesso in quelli di don Camillo e il suo avversario – chiunque sia, persino Romano Prodi – in quelli di Peppone. Berlusconi prepara così una campagna elettorale tutta all’attacco, ma si tiene pronto a ripiegare in favore di un […]

La piccola coalizione del Ps

Il congresso dei socialisti francesi si è concluso con due parole che dovrebbero suonare tristemente familiari…

Register to vote

Si dice ormai da molto tempo e da molte parti che la politica non riesce più a interessare, appassionare, coinvolgere. Lo stadio vuoto, come nella metafora più citata…

Mediorientalia. Egitto alle urne

Continua in Egitto la stagione elettorale. Dopo le elezioni presidenziali del 7 settembre – che hanno riconfermato Presidente Hosni Mubarak – ieri è stata la volta…

Intervento sull’articolo 7

Signor Presidente, signore, onorevoli colleghi. Siamo giunti al termine, non di una lotta, ma di un dibattito, di una discussione elevata, ardente, appassionata…

Prevenuti

Nel corso dell’ultima settimana l’onorevole Francesco Rutelli, al quale questa rubrica è spesso affettuosamente dedicata, non ha fatto una sola dichiarazione che ci paia meritevole di critica. Siamo lieti di segnalare qui l’importante novità, affinché non si dica che siamo prevenuti.

Caro Paolo, Celentano si nasce

Una delle cose più fastidiose delle querelle televisive è che poi devi decidere da che parte stare e spesso la scelta non è affatto semplice. Astenersi non è concesso. Ma scegliere, in casi come quello di Bonolis contro la redazione sportiva di Mediaset o quello di Celentano contro il resto del mondo, può diventare un’impresa tanto improba da farci rimpiangere i tempi in cui ci chiedevano se volevamo più bene alla mamma o al papà. Fin da allora abbiamo imparato che qualsiasi risposta si rivelerà una fregatura. La situazione è cambiata però nel momento in cui Bonolis ha deciso che vincere la partita con Mediaset non gli bastava e ha cercato di stravincere, inimicandosi […]

Sotto il vulcano

L’ asse franco-tedesco è divenuto l’impasse franco-tedesca. Gerhard Schröder è uscito di scena, ma il governo di Grosse Koalition guidato da Angela Merkel sembra ben lontano dalle promesse rivoluzionarie – rispetto all’asse di cui sopra – che avevano fatto sognare i suoi primi sostenitori. Il lungo programma sottoscritto da Spd e Cdu, non a caso, parte dall’innalzamento delle tasse e dalla riduzione delle riserve auree, come un banalissimo governo di minoranza italiano. Dall’altro lato dell’asse, l’uragano che viene dalle banlieue ha messo in crisi la presidenza Chirac. E la stampa americana si prende la sua rivincita. Il Washington post ricorda ai colleghi di Le Monde una vignetta di Plantu che raffigurava il presidente americano […]