In difesa dell’autonomia del televisivo

Non ho mai conosciuto un direttore di rete generalista capace di celare un trasalimento, messo di fronte all’improvviso all’accoppiata «programma» e «cultura». O di simulare un genuino entusiasmo per gli appelli di varia provenienza a dare più spazio, risorse e visibilità in tv al cosiddetto «petrolio italiano». Anzi. Sulle prime, qualsiasi responsabile di un prodotto televisivo non di nicchia tende a mettersi sulla difensiva. E ricordo bene come, una volta, fu proprio la citazione scherzosa di Goebbels («Quando sento parlare di cultura metto mano alla pistola») ad aprire una discussione che si rivelò invece ricca di spunti e anticipatrice di soluzioni non banali. Che lo si creda o no, e fatte salve le ovvie differenze […]

La libertà d’espressione ai tempi di Enrico VIII

L’attore che interpreta Romeo non ha nessuna intenzione di sposare l’attrice che interpreta Giulietta; eppure davanti a un pubblico di centinaia di persone è pronto a giurarle amore eterno, “per questa sacra luna che inargenta le cime di questi alberi”. Nella Tempesta, l’attore che interpreta Calibano non può promettere alcunché all’attore che interpreta Stefano; eppure gli garantisce — “I warrant” — che, uccidendo Prospero, otterrà l’amore della figlia del mago. Calibano mente sicuramente, eppure nessuno in platea accuserebbe di spergiuro l’attore che lo interpreta: la finzione teatrale produce paradossi che lo spettatore ha imparato a risolvere con facilità. Ma dove, quando e come lo ha imparato? Forse proprio in Inghilterra, ai tempi dello scisma […]

Geografia dell’analfabetismo

Nel rapporto 2014 pubblicato dall’Istat su Cittadini e nuove tecnologie, malgrado il perdurare della crisi industriale, e lo spaventoso aumento della disoccupazione giovanile, l’Italia si conferma come uno dei grandi paesi avanzati del mondo contemporaneo: uno straordinario mercato per personal computer, smartphone, imprese di telecomunicazioni, commercio elettronico e contenuti multimediali diffusi via web. La diffusione delle nuove tecnologie tra le famiglie italiane resta però decisamente al di sotto di ciò che era stato previsto ancora poco tempo fa, quando si pensava, per esempio, che l’uso di internet si sarebbe imposto assai rapidamente in almeno l’80% delle famiglie italiane, seguendo da vicino lo sviluppo raggiunto dalla televisione negli anni precedenti. Siamo ancora molto lontani da queste […]

Rentrée

Anticipiamo la presentazione che aprirà il nuovo numero di Left Wing: Teatro. In questi anni la diffusione di internet ha esteso la scena pubblica al mondo intero, allargando in misura corrispondente il numero degli attori: nella società della comunicazione in tempo reale, grazie ai social network, le assi del palcoscenico arrivano ormai fino al salotto di casa nostra, realizzando così la profezia di Andy Warhol. Ma non è affatto detto che i nostri cinque minuti di celebrità, quando ci toccheranno, siano piacevoli. Può bastare una battuta di cattivo gusto a distruggere la vita di una persona. Il caso emblematico è quello dell’americana Justine Sacco, che per uno stupido tweet alle poche decine di follower […]