Talk Spotting

trainspotting

Attenzione: questo pezzo può contenere spoiler. Se davvero pensate che una scissione sia ancora un finale sorprendente. Iniziare col dire che il secondo non è mai bello come il primo, ci sta sempre bene. Ed è una premessa che ti permette di dire un po’ quello che ti pare, e difenderti dal pippone del cinefilo di turno con un salvifico «oh, io l’avevo detto in premessa che era meglio il primo». Ecco, questo fatto che era meglio il primo, è proprio la storia di Trainspotting 2, che ci racconta il secondo tempo della vita dei suoi protagonisti per dirci, in soldoni, che anche se tossici e scoppiati, giovani è sempre meglio che vecchi. Sensazioni […]

Napoli e l’impegnativa eredità di Marotta

marotta

Un uomo con cui era difficile mostrare indugi. Questo resterà Gerardo Marotta nel ricordo di chi lo ha conosciuto. L’impressione febbrile che ti dava era quella di chi crede profondamente in quello che fa, sapendo di avere le ragioni che provengono da radici lontane e da uno sguardo lungimirante. Glielo riconobbe anche il filosofo francese Jacques Derrida, che la salita verso Palazzo Serra di Cassano percorse diverse volte. E in fondo è questo entusiasmo che nel tempo ha consentito di coinvolgere tanto grandi personalità nell’attività dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Bussai la prima volta alla porta dell’Istituto quando ero nel movimento studentesco napoletano. Servivano spazi per un’iniziativa, se ben ricordo, e l’Avvocato non […]

Come cominciò la lotta ai genocidi

16710930204_f089521fec_z

Le categorie di genocidio e crimine contro l’umanità sono gli strumenti con cui si è cercato di contrastare le peggiori atrocità del ventesimo secolo attraverso il sistema di giustizia penale internazionale. Due categorie di reato elaborate al processo di Norimberga per punire i crimini nazisti e oggi applicate dalle Corti penali internazionali nei confronti di dittatori, capi di Stato, gerarchie militari. Il genocidio consiste in atti criminali commessi con l’intenzione di distruggere in tutto o in parte un gruppo nazionale, etnico o religioso; i crimini contro l’umanità invece sono commessi come parte di un attacco generalizzato e sistematico contro la popolazione civile. Philippe Sands è un avvocato anglo-francese, professore allo University College London, che ha partecipato […]

Crisi di civiltà per un McDonald’s a Borgo

2884629370_c86f01aba8_z

Da alcune settimane i cittadini di Roma stanno assistendo a una surreale polemica circa l’apertura di un McDonald’s a Borgo Pio, lo storico quartiere adiacente a San Pietro. In breve, un comitato di cittadini del quartiere, un gruppo di dirigenti politici, l’immancabile Codacons, hanno chiesto ripetutamente al sindaco di Roma, al ministro Franceschini e perfino al Papa, che fosse impedita l’apertura del fast food in una delle strade dello storico quartiere. Tra le motivazioni della protesta, per lo più incomprensibili («la sicurezza degli obiettivi sensibili, la tutela dell’ordine pubblico, l’aumento il traffico»), figura la solita accusa di «stravolgere l’identità artistica, culturale e sociale del rione, di aggravare lo scempio del territorio e il degrado del centro […]

Einstein, Socci e la relatività delle teorie

Ullalà

Funziona così nelle grandi testate, figuriamoci nelle piccole o piccolissime. Che quando c’è la notizia si prova, se ne vale la pena, a commentarla. Ma passa un giorno, ne passano due: addio commento. Vale anche per Left Wing e la rilevazione delle onde gravitazionali: notizia della settimana scorsa, perché tornarci? All’università immagino e mi auguro che se ne parli ancora a lungo, ma sui giornali sono già uscite di scena. A meno che. A meno che tu non t’imbatta, con un giorno di ritardo, in un’occasione propizia: nel commento di Antonio Socci, su Libero. Il quale Socci parte dalla scoperta dell’altro giorno e arriva di bel bello alla «certezza razionale dell’esistenza di Dio con […]

Il ponte della civiltà

Crow

I ponti sono luoghi romantici, a volte rievocano un passato di cui si sente nostalgia e in cui le cose sembravano più semplici. Il mondo era diviso in due blocchi contrapposti, attraversato dal brivido dell’equilibrio nucleare e i russi erano i cattivi. La guerra fredda che polarizzava il pianeta tra Mosca e Washington ha ispirato la letteratura e la cinematografia di mezzo secolo: era affascinante, romantica, e consentiva di raccontare un nemico definito e un conflitto sterminato tra armi nucleari, spie e lo spazio, mentre Berlino, tagliata in due dal muro, era un diorama geopolitico in cui le cose succedevano davvero. Il ponte di Glienicke, che unisce Potsdam con un angolo di Berlino, corre […]

Sindrome Colosseo

1890

La notizia principale della giornata di venerdì è stata la chiusura di due ore del Colosseo per un’assemblea sindacale convocata e regolarmente preannunciata dai lavoratori che reclamavano, tra le altre cose, il pagamento degli straordinari effettuati da circa un anno e non ancora retribuiti. Due ore durante le quali, complice la scarsa organizzazione della direzione che non aveva avvisato per tempo, i turisti sono stati lasciati in coda ai piedi del monumento senza adeguate informazioni. L’episodio ha suscitato reazioni parossistiche da parte della stampa e della politica. Il ministro Franceschini ha detto che “la misura è colma”, il sottosegretario ai Beni culturali ha twittato che l’assemblea sindacale è stata un reato, rettificando poi – […]

Gli spettacolari calcoli del Fus

Sipario.

I nuovi regolamenti per l’attribuzione del contributo Fus hanno profondamente modificato la mappa dello spettacolo italiano. Il risultato non è dei migliori. La qualifica di Teatro Nazionale è stata attribuita a moltissimi Teatri Stabile, con l’immotivata eccezione dello Stabile di Genova, rendendo la qualifica poco significativa. Molte storiche e prestigiose manifestazioni musicali sono state escluse dal contributo, alcune hanno subito tagli immotivati, altre premi altrettanto immotivati. Giova ricordare che il finanziamento attraverso il Fondo unico dello spettacolo è prima di tutto il riconoscimento del valore non solo locale di una iniziativa o di un ente. Da molti anni tra categorie e ministero si discuteva della necessità di modificare i regolamenti vigenti, così la legge […]

Roma non ha tempo per la cultura

Con calma.

Dallo tsunami di notizie che sommerge i giornali e la rete sulle sorti di Roma è totalmente assente il tema della cultura. E questo, purtroppo, non ci stupisce più. D’altro canto nel bel paese là dove ‘l sì suona, nella patria di santi, poeti e navigatori, di cultura e beni culturali si parla quasi solo quando ci sono le assemblee sindacali del Colosseo, per qualche modifica normativa che rischia di rimettere in gioco l’intero sistema di tutela o per la chiusura di un cinema o di un teatro che indigna a tempo determinato. Di politiche culturali si parla pochissimo, solo in alcuni circoli ristretti e semi clandestini e, preferibilmente, in inglese. Il che rende, forse, […]

Monuments men

La consegna delle chiavi

La Grecia, secondo quanto stabilito con l’Eurogruppo, dovrà creare un fondo da 50 miliardi di euro, nel quale verranno trasferiti beni e attività da privatizzare, a garanzia del nuovo prestito. Ma prima ancora che l’accordo fosse siglato è tornata a circolare – come fosse attuale – una notizia del 2011 secondo la quale la Finlandia chiedeva, a garanzia dei prestiti concessi, beni pubblici greci tra i quali alcune isole e, addirittura, l’Acropoli di Atene con tutto il Partenone. Dopo il 2011, a dire il vero, non sembra che il paese scandinavo abbia reiterato la sua proposta. Tuttavia, poco più di un anno fa, la nostra Corte dei Conti avanzò un’ipotesi addirittura più sconcertante. La Corte, […]