Le vibrazioni del Censis

Lo dico senza moderarmi: io amo il Censis. Mi entusiasmano le immagini frizzanti e il lessico iperbolico al limite della sperimentazione. E il 39° Rapporto sullo stato dell’Italia mi ha persino regalato una puntina d’orgasmo quando ho scoperto che finora ho vissuto in uno stato di “atonia rassegnata”, ma che adesso ho una “vibrazione reattiva”. Certo, sono soltanto segnali, balugini di “ripartenza economica”, ma intanto ho “ripreso a stare dentro le cose”, a “mondialeggiare con presenze minute e diffuse”. E ciò grazie al “grappolo delle originarie scelte”. Che poi sarebbe lo “sviluppo incrementale della pazienza antica” che si coniuga – anche in me – a una “collettiva tonalità emotiva”. I sociologismi affumicano la realtà, […]

Il ritorno di McEnroe

A quarantasei anni, John McEnroe potrebbe tornare a giocare nel circuito professionistico, in doppio con Jonas Bjorkman. L’esordio della coppia è fissato per il prossimo 15 febbraio, al torneo di San José, in California. Di solito, per un vecchio campione, ritirarsi dal ritiro non è una buona idea. Se vi ricordate il ritorno di Borg nei primi anni novanta sapete di cosa parliamo, se non ve lo ricordate vi consigliamo vivamente di restare nell’ignoranza, conserverete un miglior ricordo del campione svedese. Certo il doppio è un’altra cosa, McEnroe è stato l’ultimo giocatore di primo piano ad avere successo sia in singolo che in doppio, e proprio in coppia con Michael Stich ha avuto il […]

Evoluzioni dell’aviazione civile

Secondo una vulgata diffusa i due colossi dell’aviazione civile, Boeing e Airbus, avrebbero due visioni alternative dell’evoluzione del trasporto aereo. Basata su un modello hub to hub, cioè di collegamento tra i grandi aeroporti, quella del gruppo europeo; focalizzata invece sull’idea di collegamenti diretti, point to point, quella del colosso di Seattle. Questo schema è certamente esemplificato dai principali progetti sviluppati dalle due aziende negli scorsi anni. Mentre Airbus ha puntato sul gigantesco A380, che rappresenta il primo sostanziale incremento di prestazioni, in termini di carico pagante, da quarant’anni a oggi (555 passeggeri nella prima versione in corso di certificazione, quella “piccola”), Boeing ha sviluppato un aereo di medie dimensioni, battezzato 787 Dreamliner, che […]

Pininfarina e il modello danese

Non sono sicuro che si possa al contempo trovarsi al centro di un dibattito e analizzarlo utilmente dal di fuori. A ogni modo io ho abbastanza testardaggine da provarci e i lettori di Left Wing possono giudicare. E allora procediamo. Cominciando per prima cosa con un’ammissione da parte mia: il Corriere della Sera, che ha innescato la tenzone, non ha soltanto utilizzato gli incolpevoli scandinavi e gli ancor più incolpevoli scandinavisti come proiettili di una fionda mediatica puntata contro il centrosinistra…

The Fuse

Fornitori di un hardcore di qualità per le giovani masse suburbane”. Così, con una punta di bencelato snobismo, l’autorevole Rolling Stone Usa marchia i Pennywise. Giudizio ingeneroso e circonstanziato nello stesso tempo. Infatti, non è possibile scindere la band dall’immagine di alfieri della scena skate-punk – con ovvio contorno iconografico – e proprio per questo è facile indovinare quale sia il target sociale di riferimento. Questo non toglie, per contro, che i Pennywise abbiano un riscontro commerciale e di fama inferiore a quello di contemporanei ed epigoni quali Green Day, NoFx, Offspring, Blink 182. Pur essendo uno dei gruppi di punta del rilancio punk anni ’90 (con radici molto più eighties della media), non […]

Il tramonto dei mariotti

Le parole di Romano Prodi e Massimo D’Alema alla conferenza programmatica dei Ds che si è chiusa sabato a Firenze appaiono come il segnale di un’epoca che volge al tramonto. Il candidato premier dell’Unione ha parlato del successo delle primarie come di un ponte tra partiti e società, il presidente ds ha evocato la fine della lunga stagione dell’antipolitica. Non si tratta solo del rimarginarsi della ferita del ’98, con la caduta del governo Prodi e l’aprirsi dell’ultima guerra civile nel centrosinistra tra girotondi, leader carismatici improvvisati e consumati imprenditori della politica intenti a rastrellare titoli della società civile per dare la scalata al centrosinistra. Quella che si chiude con la conferenza di Firenze […]

Progettisti

In Italia si ripete spesso che abbiamo troppi laureati in scienze della comunicazione e troppo pochi ingegneri. E’ una teoria che ci ha sempre lasciati un po’ perplessi, per diversi motivi. In primo luogo, perché la maggior parte di quelli che scrivono su questa rivista sono laureati in ingegneria, mentre nessuno è laureato in scienze della comunicazione. In secondo luogo, perché a domandarsi come mai nessuno ambisca più a progettare freni a disco – invece di sgomitare nella vana speranza di entrare nel fatuo mondo dei media – sono spesso persone pagate e riverite per scrivere uno o due articoli a settimana, che si guardano bene dal cambiare lavoro per mettersi a progettare freni […]

Sei piedi di separazione

Adesso che la terza stagione di Six Feet Under volge al termine la ragazza di Nate (quella con cui ha avuto il bambino) sembra avere finalmente recepito il messaggio. La nostra non è cattiveria, è una scelta di campo. Non ce ne voglia la povera Lisa, ma fra lei e Brenda non c’è mai stata partita. Che la sua storia con Nate avrebbe avuto vita breve era chiaro a chiunque fin dall’inizio, incluso il suo fidanzato. Il problema – come si dice sempre in questi casi – non è lei, il problema è Nate, o più precisamente la sua ex fidanzata. Perché malgrado Lisa si sia presentata con tanto di figlioletto a carico e […]

Le uova del drago

Nel romanzo di Pietrangelo Buttafuoco, Le uova del drago (Mondadori), c’è una scena magnifica nella quale salta fuori persino Franco Franchi. In un vero e proprio cameo, il celebre comico siciliano viene fatto comparire a pagina 256, a poco più di venti dalla fine, citato con il suo vero nome di Franco Benenato. Viene raffigurato bambino, intento a imitare e sbertucciare il Führer ancora vivo e combattente (è il gennaio del 1945) per lo spasso della gente che gli sta intorno nel mezzo di uno sfollamento da Trapani a Levanzo, nella Sicilia liberata dagli angloamericani. La scena spiega anche le ragioni di un fatto sorprendente: uno scrittore filofascista scrive un romanzo immedesimandosi nelle ragioni […]

Mediorientalia. Arrivano i turchi

In Turchia si parla molto in questi giorni di una piccola notizia, insignificante per il resto del mondo: l’entrata in attività del primo pozzo petrolifero del Kurdistan iracheno. Una notizia che ha fatto divampare un incendio politico in Iraq e in Turchia. Per quanto riguarda l’Iraq, l’apertura del pozzo di Zakho, a venti chilometri dal confine con la Turchia, ha fatto zampillare con ancor maggiore virulenza la contesa per i proventi del petrolio…